Dopo l’analisi del CMS che sta alla base di un blog, dei suoi linguaggi e del suo funzionamento, desideriamo guidare chi si avvicina per la prima volta a WordPress, al suo pannello di amministrazione, entrando così nel vivo della gestione di un blog. Data la moltitudine di informazioni la guida è stata divisa in due parti.

I contenuti di questo articolo si riferiscono a WordPress 3 e alle sue successive versioni minori e riguardano le sole sezioni del pannello di amministrazione presenti di default dopo l’installazione.

L’interfaccia

L’interfaccia del pannello di amministrazione di WordPress si divide essenzialmente in tre parti: la barra di amministrazione, il menù laterale e lo spazio centrale per il contenuto vero e proprio.

Riguardo alla barra di amministrazione ben poco c’è bisogno di dire se non che è dotata di pulsanti e menù rapidi richiamanti le funzioni di WordPress che verranno in ogni caso analizzate più avanti nella guida, e che comunque può essere personalizzata tramite plugins.

Entriamo nel vivo del nostro viaggio nel pannello di amministrazione analizzando ogni singola voce del menù.

Bacheca

Quando aprimamo il pannello di amministrazione di WordPress siamo accolti dalla Bacheca, che si apre mostrandoci i due sottomenù Home e Aggiornamenti.

Home

La Home è una pagina che ci da accesso rapido ai più importanti aspetti del nostro blog, come articoli, pagine, commenti, ecc., e che fornisce in tempo reale le ultime notizie dal blog ufficiale di WordPress e informazioni sugli ultimi plugin aggiuntivi pubblicati.

Tramite Impostazioni schermo, tendina quasi sempre disponibile in alto a destra che permette di personalizzare la pagina del pannello di amministrazione in cui ci troviamo, è possibile aggiugere o rimuovere i pannelli della Home.

L’utilità di questa voce del menù è soggettiva: ci sono persone che la utilizzano abitualmente per monitorizzare gli ultimi commenti, le ultime bozze o per postare articoli in maniera rapida e ci sono persone che preferiscono in ogni circostanza visitare direttamente la voce del menù desiderata.

Aggiornamenti

Da qui è possibile monitorizzare gli aggiornamenti, che possono riguardare la piattaforma WordPress, i plugin installati, oppure i temi.

La verifica degli aggiornamenti è effettuata automaticamente dal CMS e, in caso di aggiornamento disponibile, questo viene segnalato tramite un badge accanto alla voce del menù laterale e dalla comparsa dei link alla procedura di aggiornamento.

Articoli

Eccoci entrati nel vivo dei contenuti del blog! Tre dei sottomenù disponibili (Tutti gli articoli, Categorie, Tag) sono delle “semplici” liste di articoli, di categorie e di tag. Come in tutte le liste del pannello di amministrazione, i contenuti possono essere filtrati e possono essere effettuate alcune rapide modifiche, tra cui l’aggiunta o la rimozione di elementi. Ogni possibile operazione sugli articoli è comunque fattibile dalla pagina Aggiungi nuovo.

Aggiungi nuovo (L’editor di WordPress)

Questa pagina contiene, oltre all’imponente campo per il titolo dell’articoli, un editor testuale e una serie di altri pannelli sceglibili dalla già citata tendina Impostazioni schermo (in alto a destra).

Parliamo un po’ degli editor. Nessun errore… ho usato il plurale perchè gli editor a disposizione sono due: uno visuale e uno HTML. Inutile dilungarsi in lunghe spiegazioni: con l’editor visuale “what you see is what you get” – ciò che vedi è ciò che ottieni (più o meno), mentre, come avrete capito, con l’editor HTML è possibile scrivere codice HTML.

Nell’editor testuale abbiamo a disposizione tutti gli strumenti che avrete già avuto modo di usare in un classico editor offline (es. MS Word), anche se troviamo un bottone degno di nota: il bottone per l’inserimento del Tag More. Il Tag More non è nient’altro che un Tag – ovviamente – che separa il riassunto dell’articolo, che verrà visualizzato in home page, e il resto dell’articolo, che sarà visualizzato completamente nella pagina dedicata al singolo articolo.

A proposito, leggi anche:   Lui vs. Lei #3, aspettiamo le vostre domande

Tra gli altri pannelli è sicuramente degno di nota il pannello Pubblica, dal quale è gestibile la pubblicazione dell’articolo. Innanzitutto, se l’articolo non è pubblicato si può scegliere tra lo stato di “Bozza” e lo stato di “In attesa di revisione”. Questa seconda opzione è utile in un blog dove agli editori è affidato il compito di revisionare gli articoli degli autori. È poi possibile scegliere la visibilità del post tra “Pubblico”, “Privato” o “Protetto da password” e come ultima opzione la data di pubblicazione: di default il post viene pubblicato nel momento esatto in cui viene premuto il pulsante Pubblica, ma se viene posticipata la data, la pubblicazione dell’articolo può essere programmata.

Nella pagina Aggiungi nuovo si trovano anche il pannello delle categorie, tramite il quale selezionare le categorie a cui assegnare l’articolo, e il pannello dei tag, a cui si possono aggiungere dei tag (parole chiave) per l’articolo.

Media

La sezione “media” serve a gestire i file multimediali, di solito immagini, che vengono caricati in WordPress per essere visualizzati in articoli o pagine.

Il sottomenù Libreria, ci consente di visualizzare la lista di tutti i media, e in particolare la pagina/articolo in cui ogni immagine è stata pubblicata. Come nelle liste già descritte, sono presenti filtri e link a comuni operazioni.

Aggiungi nuovo (Il caricamento di file)

Oltre a visualizzare la Libreria, ovviamente, è possibile aggiungere nuovi file. Lo strumento di caricamento è raramente utilizzato a partire da questo menù, perché è possibile accedervi in maniera rapida direttamente dall’editor di articoli/pagine.

Il caricamento può avvenire trascinando il file nell’area indicata nella finestra del browser, oppure selezionandolo sul proprio pc. All’avvenuto caricamento apparirà il pannello per l’inserimento delle informazioni relative all’immagine, come il titolo (l’unico parametro obbligatorio), il testo alternativo (parametro consigliato), la didascalia e una descrizione.

Se l’accesso allo strumento di caricamento è avvenuto dall’editor di articoli/pagine, allora sarà presente un ulteriore campo di testo, cioè quello per l’URL del link che viene automaticamente creato sull’immagine, e due opzioni, cioè l’allineamento dell’immagine nella pagina, e la sua dimensione.

Link

Il menù Link ci permette di aggiungere link che potranno essere visualizzati sul nostro blog tramite l’apposito widget. Come al solito troviamo tra i sottomenù la lista dei link, lo strumento per aggiungerne uno nuovo, e lo strumento per gestirne la divisione in categorie.

Ogni link, oltre al nome e all’indirizzo web, può possedere una descrizione, una destinazione personalizzata di apertura, che può essere ad esempio una nuova finestra o tab del browser, delle “relazioni” (in caso il link rimandasse a una persona reale), un’immagine, un punteggio e note varie.

Quello dei Link è uno degli strumenti di WordPress non obbligatori da usare e che, anzi, rimane spesso inutilizzato.

Pagine

Quello delle Pagine è ovviamente un menù importantissimo, in quanto ci permette di aggiungere pagine, quindi contenuti, al nostro blog per visualizzarle eventualmente in un menù. Nonostante l’importanza, la gestione delle pagine in WordPress è identica a quella degli articoli: una sezione Tutte le pagine ci mostrerà la consueta lista e lo strumento Aggiungi nuova darà accesso all’editor che abbiamo già avuto modo di conoscere approfonditamente.

To be continued…

Tutto qui? No! Questa è solamente la prima parte della guida: continuate a seguire Abits per la seconda puntata.

Come avrete capito, le cose da dire sono molte e già in questa prima parte di guida alcuni dettagli minori sono stati tralasciati. Nell’attesa dell’ultima parte, ogni commento per puntualizzazioni su quanto detto o richiesta di chiarimento è ben gradito!

WordPress: viaggio nel pannello di amministrazione (Parte 1) ultima modifica: 2012-08-04T10:00:23+00:00 da Davide Magnaghi

Scritto da Davide Magnaghi