Windows 8 è il nuovo sistema operativo di casa Microsoft, che verrà rilasciato il 26 Ottobre 2012, a quasi 3 anni di distanza da Windows 7, come prevede la roadmap di Microsoft, che verrà seguita fino alla prossima versione di Windows, nome in codice: Windows 9.

Windows 8, due versioni, un perché

Microsoft realizzerà due versioni del sistema operativo: la prima versione sarà per processori x86 (quelli installati sui normali computer che usiamo tutti) e godrà come al solito della retrocompatibilità dei programmi installabili su Windows 7, mentre la seconda sarà chiamata Windows RT, per i processori ARM che sono presenti nei tablet. Sì, Windows 8 è il primo sistema operativo completo presente su un tablet ARM, e offrirà in buona parte la compatibilità con i programmi che sono presenti sui normali computer.

Interfaccia Metro, cambia tutto

Se usate windows fin dai tempi di windows 95, bene, dimenticatevi come si usa. Esatto, perché l’interfaccia metro di Windows 8 non ha un tasto Start, ma tutto parte dall’interfaccia iniziale caratterizzata da live tiles, dei “piastrelloni dinamici”, dove potremo inserire le nostre applicazioni preferite. Questa interfaccia è ripresa da quella presente  su Windows Phone 7 e Xbox 360 dopo gli ultimi aggiornamenti ed è stata studiata per essere funzionale ovunque, sia su tablet, dove le gestures rendono molto bene, sia su desktop, dove si nota una maggiore fluidità nelle animazioni generali.

Con questa UI perderemo Aero, che ha fatto la sua prima apparizione con Windows Vista nel 2007. Microsoft ha deciso infatti di “ucciderla” perché, secondo lei, portava solo ad un peggioramento delle performance, senza offrire un’utilità. In ogni caso avremo ancora le funzioni come Aero Snap e Aero Shake presenti in Windows 7.

Abbiamo inoltre una gestione diversa del multitasking: infatti per aprire l’applicazione che avevamo aperta prima, basterà trascinare dall’angolo in alto a sinistra il mouse (o il dito), e spostare il quadratino sullo schermo. Potremo inoltre affiancare due applicazioni, nel caso ne avessimo bisogno.

Marketplace, le applicazioni in un’unico luogo

Microsoft ha introdotto nella sua versione di Windows 8 il proprio store per le applicazioni, seguendo Google ed Apple. Il marketplace sarà comune per entrambe le versioni di Windows 8, senza avere alcun tipo di problema di retrocompatibilità. Così facendo inoltre aumenta la sicurezza: le applicazioni scaricate dal marketplace potranno essere installate senza preoccoupazioni, così da permettere un ambiente più sicuro per l’utente.

A proposito, leggi anche:   Deus Ex e l'ibrido uomo-macchina

Novità anche dal lato delle sincronizzazioni, infatti nel caso installassimo Windows 8 su un altro PC e vorremmo avere tutte i programmi che abbiamo scaricato dal marketplace, bastera fare un paio di click.

Un grande ecosistema

Microsoft ha lavorato molto a Windows 8 per permette di avere un ecosistema senza precedenti nel campo informatico e multimediale. Perciò, oltre a Windows 8 anche su tablet, abbiamo Windows Phone 8 sugli smartphone, con cui condivide quasi tutta l’architettura.

Il vantaggio di tutto ciò sta prima di tutto nella possibilità di creare app per Windows Phone modificando leggermente la struttura del programma creato per Windows 8, così da avere un parco di app enorme senza affaticare molto gli sviluppatori. Il lato negativo però è sotto gli occhi di tutti: a causa di questi radicali cambiamenti, i terminali Windows Phone 7 non potranno essere aggiornati, cosa che potrebbe dare piuttosto fastidio agli utenti che hanno appena acquistato uno smartphone nuovo come può essere il Lumia 900.

A questo ecosistema bisogna aggiungere anche la Xbox 360, il fulcro della multimedialità: infatti continuiamo ad avere lo streaming dei video, ma questa volta in modo semplificato e più veloce, oltre al fatto di poter usare uno smartphone o il tablet come telecomando.

Cambiamenti sotto il cofano

Windows 8 porta interessanti novità anche sotto il cofano. Infatti abbiamo il supporto nativo alle USB 3.0, utile ad esempio durante l’installazione del sistema attraverso le suddette porte, e il parcheggio dei core del processore: infatti se stiamo compiendo un’attività leggera, il sistema spegnerà i core non utilizzati per permettere un minor consumo di energia. Novità per quanto riguarda l’installazione dell’OS e l’accensione: da una chiavetta USB 3.0 (Corsair Flash Survivor 32GB) sono bastati 2 minuti e 44 secondi per l’installazione su unità SSD(memoria allo stato solido), mentre l’avvio dura circa 3-4 secondi.  Su un normale hard disk avremo un tempo di accensione di circa 10 secondi e un tempo di installazione di circa 4 minuti e mezzo.

Conclusioni e valutazioni personali

Da Windows 8 ci si aspetta veramente molto. Abbiamo un sistema operativo completamente nuovo tra le mani, porta interessanti novità sotto tutti i punti di vista, e l’ecosistema che si vuole creare Microsoft è veramente molto completo sotto ogni aspetto.
Microsoft ha messo molto impegno in questo sistema operativo, inoltre ha promesso prezzi competitivi: parliamo di 40€ per la versione aggiornamento, prezzo sicuramente molto valido per un sistema che offre moltissime novità

 

Windows 8, una ventata d’aria fresca ultima modifica: 2012-08-13T10:00:04+00:00 da Adriano Koleci

Scritto da Adriano Koleci