Probabilmente molti di voi sono troppo giovani per averlo apprezzato a fondo, altri invece si sentono irrimediabilmente vecchi a pensare a lui: era infatti il 2004 quando Motorola lanciava l’incredibile RAZR V3, un cellulare a conchiglia sottilissimo, che ricordava appunto la lametta di un rasoio. Ebbene, il mitico brand – ora sotto le ali della cinese Lenovo – sembra davvero intenzionata a rilanciarlo sul mercato e no, non è uno scherzo.

Qualche giorno fa il canale YouTube di Motorola ha infatti rilasciato un curioso teaser il cui protagonista è proprio il RAZR, re-immaginato in una scuola superiore americana di oltre un decennio fa, quando al posto dell’ancora inesistente iPhone era lui il vero oggetto dei desideri hi-tech di chiunque, terminando con l’indicazione della data del prossimo 9 giugno 2016, quando si terrà il Lenovo Tech World.

L’evento è l’appuntamento annuale organizzato dalla compagnia cinese per annunciare le sue più importanti novità, e già si sapeva che con l’occasione sarebbe stata svelata la nuova gamma di device Moto X, ma è pensiero comune che Motorola approfitterà dell’occasione per rilanciare questo glorioso dispositivo sotto una veste rinnovata e con Android a bordo. Ovviamente non è da escludere che si tratti di semplici speculazioni e che il video pubblicato sia solo un tentativo di richiamare alla memoria i gloriosi successi della compagnia nel settore mobile, ma sognare non costa nulla.

Resta da capire come sarebbe possibile far convivere l’ecosistema Android con il form-factor di quel dispositivo, visto che lo schermo di piccole dimensioni ne limiterebbe notevolmente la fruibilità. Motorola potrebbe aver pensato ad un design rinnovato, ma in questo caso il rischio sarebbe discostarsi troppo dall’originale, che sicuramente se rimanesse invariato attirerebbe le attenzioni dei più nostalgici, oltre che degli appassionati del vintage.

A proposito, leggi anche:   Facebook e i bot: giustamente, comunicare ci sta stancando

Dopo il periodo degli “hipster” non sarebbe poi così sorprendente vedere una parte degli utenti tornare a un telefono a conchiglia, combinando lo stile di inizio anni duemila alle funzioni più recenti. Del resto già qualche anno fa RAZR V3 era stato avvistato in un museo, segno che il suo tempo era ormai ampiamente passato. Ma da dove arriva tutta questa voglia di ritorno al passato?

Motorola potrebbe riportare in vita il glorioso RAZR V3

Forse più che di nostalgia si tratta di noia. Il mercato degli smartphone è ormai saturo, ogni anno i produttori devono inventarsi funzionalità e tecnologie dalla dubbia utilità pur di proporre qualcosa di nuovo ai propri clienti, ma spesso la realtà si traduce in semplici – e costosi – restyling dei modelli precedenti. E non è da escludere che Motorola abbia fatto lo stesso ragionamento, sommandolo alla questione “dimensioni”: dopo quasi vent’anni di evoluzione dei telefonini durante i quali “più piccolo era meglio“, siamo tornati a desiderare dispositivi di grandi dimensioni, spinti dall’esplosione dei social, della condivisione di foto e video e dalla diretta necessità di schermi più grandi, che si traduce in oggetti sempre meno tascabili e più “borsetta-friendly“. Così si proporrebbe nuovamente un dispositivo piccolo, leggero e pratico, aggiornato per competere con i nostri tempi.

Ma fino al 9 giugno non sapremo se questi sono effettivamente i piani di Motorola, o se siamo stati semplicemente trollati come non accadeva da tempo. La buona notizia è che, comunque vada, Motorola è viva e vegeta e non ha nessuna intenzione di farsi da parte nel mondo degli smartphone.

Motorola potrebbe riportare in vita il glorioso RAZR V3 ultima modifica: 2016-05-24T09:39:48+00:00 da Andrea Savoca

Scritto da Andrea Savoca

"Penso che ancora non siate pronti per questa musica... Ma ai vostri figli piacerà!"