come utilizzare k3b

Qualsiasi sia l’uso al quale avete destinato il vostro pc, vi sarà sicuramente capitato di aver bisogno di un programma per masterizzare. Ubuntu e altre distribuzioni mettono a disposizione, tra i molti programmi gratuiti, K3b, un programma che trovate già installato nella distribuzione Kubuntu, e che rispetto al suo omologo di Ubuntu (Brasero) è caratterizzato da un livello maggiore di personalizzazione e quindi è più adattabile a diverse tipologie di utenti, per intenderci: che voi siate amanti di musica, di film o paranoici che riempiono la casa di backup, K3b è il programma che fa per voi.

Come installarlo

Per l’installazione di questo programma potete affidarvi al software center di Ubuntu , o al vostro gestore di pacchetti preferito

 
oppure potete installarlo da terminale con questo semplice comando:
sudo apt-get install k3b
Scritto il comando premete invio e inserite la vostra password di amministratore, poi confermate con “Y” e in pochi istanti avrete l’applicazione installata. Se invece siete amanti dei sorgenti, potete scaricare il sorgente dal sito ufficiale  e installarlo: prima estraete l’archivio scaricato con il comando
tar -xjvf k3b(nome della versione).tar.bz2
entrate nella cartella appena creata con il comando
cd k3b(nome della versione) 
configurate il sorgente con il comando
./configure
compilatelo con il comando
make
e infine installatelo con il comando
su -c make install

Come funziona

K3b lo troverete nella sezione “multimedia” del vostro menu di avvio oppure vi basterà digitare il suo nome in Unity. Una volta avviato, vi si presenterà la schermata principale; nella parte alta trovate il menu, che vi permette di controllare completamente tutti gli aspetti dell’applicazione, dalle funzioni più comuni, come masterizzare o copiare cd e dvd, fino alla personalizzazione della barra degli strumenti e alla configurazione di k3b.

Il software si divide in due parti: nella metà alta della schermata potrete navigare all’interno del vostro pc, o del vostro lettore cd/dvd, nella metà inferiore potrete scegliere quale operazione compiere.

Se volete salvare i vostri dati dovete scegliere “nuovo progetto dati” così come per la creazione di cd o dvd con musica e video la scelta è semplice; una delle funzioni più utili è “copia supporto” che permette di copiare cd o dvd non protetti, in modo semplice e immediato pur mantenendo il controllo delle diverse opzioni,

in questa modalità nel tab opzioni consiglio sempre di spuntare “verifica i dati scritti” questo vi permette di avere la certezza che i due cd o dvd siano copie identiche, senza entrare troppo nel dettaglio questa verifica viene effettuata calcolando tramite una funzione matematica (chiamata hash) con particolari proprietà, un valore per il supporto che verrà poi calcolato anche sul nuovo cd o dvd creato, se i valori ottenuti sono identici, le copie sono sicuramente identiche; nel tab “immagine” invece potrete scegliere dove salvare l’immagine creata del vostro dvd o cd, e vi verranno fornite anche le informazioni della quantità di spazio libero che avete in quella locazione.

A proposito, leggi anche:   Trasferire file da un servizio cloud ad un altro? Ci pensa Mover!

Vediamo ora come masterizzare un cd di dati,inserite nel vostro masterizzatore un cd o dvd vergine, dalla schermata principale scegliete “nuovo progetto dati”, spostatevi all’interno delle vostre cartelle con l’albero di cartelle che trovate in alto a sinistra,individuata la cartella o i file da copiare selezionateli e clickate con il tasto destro del mouse, dal menu a tendina che compare scegliete “aggiungi a progetto” e fate un click con il tasto sinistro del mouse, se è una cartella, il volume (cd o dvd che sia) prenderà il nome della cartella, nome che comunque potrete cambiare nella casella di testo a sinistra dove c’è scritto “nome volume:”. Concluso il progetto è ora di masterizzarlo, fate un click con il tasto sinistro del mouse, posizionando il puntatore su “scrivi”;

 

in questa nuova finestra,vi consiglio di spuntare l’opzione “verifica i dati scritti”, le impostazioni di velocità e modalità di scrittura potete lasciarle anche con le impostazioni di default, ovvero in automatico (auto), anche se personalmente preferisco masterizzare a velocità più basse di quelle scelte dal sistema; Nel tab “file system” potete scegliere appunto il file system, in questo caso la scelta di default è quella che predispone il supporto alla lettura per il maggior numero di sistemi, consentendo la lettura a sistemi Linux e Windows;

nel tab “varie” potete scegliere la modalità di multisessione, in genere se non occupate tutto lo spazio disponibile del supporto, la modalità “auto” tenderà a crearvi il cd/dvd il multisessione, permettendovi di aggiungere altri dati fino al completamento dello spazio, per questa ragione consiglio di acquisire la buona abitudine di scegliere dal menu a tendina “senza multisessione” se non volete un supporto in multisessione, nel caso della scelta della multisessione nel menu a tendina avete le scelte di avvia multisessione(quando aprite una multisessione), continua multisessione (quando proseguite a scrivere su un cd o dvd con già una multisessione) e infine termina multisessione. Ora che abbiamo impostato tutti i parametri necessari alla scrittura del cd o dvd, fate un click con il tasto sinistro del mouse, posizionando il puntatore su “scrivi” e avvierete la masterizzazione.

Durate la masterizzazione nella nuova finestra potrete trovare le informazioni sul tempo trascorso e sul tempo rimanente alla fine dell’interno processo, quindi compresa la verifica dei dati.

Alla fine della masterizzazione potrete leggere sulla schermata la riuscita o il fallimento dell’intero processo.

Chiudendo l’applicazione, potrete salvare l’intero progetto per future copie.

 

 

Masterizzare su Linux: guida all’utilizzo di K3b ultima modifica: 2012-07-14T09:29:23+00:00 da Filippo Locatelli

Scritto da Filippo Locatelli