Stanno tornando. Stanno tornando per spaccare di nuovo tutto. Stanno tornando per mettere a ferro e fuoco i palchi di tutto il mondo.

No, non stiamo parlando dei Guns N’ Roses (ok, va bene, sono la storia del rock, ma sono anche dieci anni che devono tornare e in tutto questo tempo, ora tornano ma non possiamo dire che non si fossero fatti attendere).

Signori, stiamo parlando di un gruppo inglese che ha rivoluzionato la musica pop, roba da paragonare ai Beatles per capirci.

Signore e signori tutti in piedi, stanno tornando le Spice Girls.

Non tornano per una mera questione di soldi, nemmeno per riacquistare un po’ di visibilità. Loro hanno rivoluzionato la musica, loro urlavano Girl Power, loro non avrebbero mai fatto un ritorno in gran stile solo per questioni materiali, (ok forse l’hanno fatto proprio per quello, ma vabbè).

Loro tornano perché vent’anni fa usciva una canzone destinata ad entrare nella storia.

L’8 luglio 1996 il mondo si svegliava con Wannabe e nulla sarebbe stato più come prima. Tutto l’orbe terraqueo da lì a poco avrebbe cantato a squarciagola “Io sim a rili uon uatch u rili rili uon io tal mi uatch yu uon uanna rili rili uon”.

Un sound accattivante lanciava le cinque ragazze inglesi nella stratosfera della storia della musica e la compianta MTV mandava praticamente in loop il video della canzone, un semplice video in realtà: le cinque entrano in un hotel super figo, fanno cantare tutta la nobiltà inglese e se ne vanno. Il significato è semplice “siamo qui per spaccare tutto e farvi divertire tutti”.

 

Vent’anni fa adolescenti e pre-adolescenti senza distinzione di sesso impazzivano per Geri, Emma, Mel. B., Mel. C. e Victoria. Il mondo si spaccava in cinque, ognuno aveva la sua Spice preferita ed era pronto a dar battaglia per sostenerla. Perché, ovviamente, loro non facevano nulla per calmare le acque, loro erano divise perfettamente per tipologia: c’era Geri detta Ginger, la più aggressiva, Emma detta Baby,la più piccola e infantile, Mel B. detta Scary,la più esuberante, Mel C. detta Sporty la più sportiva e Victoria detta Posh, quella più modaiola; ognuno aveva la sua preferita e non si poteva sgarrare.

A proposito, leggi anche:   Deadpool: il cinecomic che non sfonda solo la quarta parete

I più anziani guardavano con disapprovazione questa ventata di novità e sopratutto le ragazzine che si vestivano come loro (ok ora non sarebbero considerate icone di stile ma erano i mitici anni ’90 e la moda era quella), proprio come per i Beatles.

Inglesi come i Beatles. Rivoluzionarie come i Beatles. Non accettate dagli adulti come i Beatles. E proprio come i Beatles ad un certo punto si sciolsero come neve al sole.

spice girlsLe carriere delle cinque inglesi proseguirono in solitaria: Geri fece un paio di album di buon successo (Mi chico latino, avete presente?) e un libro per bambini (nesso logico, dove sei), Emma qualche album di scarsissimo successo, Mel B. anche lei un paio di album che nemmeno la madre ricorda ma sopratutto una figlia con Eddie Murphy (ah Eddie, vecchia quercia, non te ne fai scappare una eh?), Mel C. ben cinque, di album, tutti di poco conto (vi ricordate qualche canzone voi?) e Victoria qualche singolo, un matrimonio con David Beckham e, impaccata di soldi, una poco brillante carriera nel mondo della moda.

Proprio su Victoria vorremmo aprire una parentesi, perché la signora Victoria Adams Beckham non si capisce cosa voglia fare di questa fantastica reunion: a volte dice che non vede l’ora, a volte che non ne vuole sapere, a volte sì ma no, a volte no ma sì, a volte deve fare la spesa, a volte deve mettere su il tè. Beh cara Victoria vorremmo ricordarti che senza le Spice Girls tu probabilmente non avresti mai conosciuto il buon David, non avresti mai avuto tre figli dai nomi improbabili (il primo si chiama come un ponte e come le gomme da masticare), non avresti mai vissuto a Los Angeles e non avresti mai inserito nel tuo curriculum la voce stilista, quindi non fare storie e torna su quel palco.

Comunque sia, Victoria o no, le Spice Girls stanno per tornare ad urlare ancora più forte Girl Power!

P.S.: Nel 1997 esce anche il film delle Spice Girls, intitolato molto saggiamente “Spice Girls: il film”. Se non l’avete mai visto fatelo, una perla trash che non può mancare. Noi vi lasciamo il trailer.

Spice Girls, il grande ritorno: Altro che i Beatles! ultima modifica: 2016-03-15T08:02:50+00:00 da Gabriele Varese

Scritto da Gabriele Varese

Non c'ero e se c'ero dormivo, quindi non chiedetemi nulla.