abits_couchsurfing

CouchSurfing era un sito web, un sito web nato per volontà dell’omonima organizzazione no-profit, poi, ad un certo punto, è diventato un fenomeno mondiale, tanto che non esiste giovane che non sappia cosa sia e non abbia pensato di sperimentarlo almeno una volta. Eppure i presupposti non sono dei migliori: devi affidarti ad un estraneo, che non conosci, ma nel quale riporre tutta la tua fiducia. Al giorno d’oggi è una di quelle cose scarsamente raccomandate e da cui potrebbero trarre persino dei film horror. E allora perché questo successo?

La semplicità

abits_couchsurfing_website

Organizzare una vacanza può essere quanto mai stressante: il trasporto, le coincidenze, l’hotel che non deve essere troppo vicino al centro, ma neanche fuori città, la scelta di fare tutto per conto nostro o affidarsi ad un’agenzia. Insomma, viaggiare così a volte fa passare la voglia di farlo.

Con Couchsurfing.org tutto diventa molto meno gravoso. Potete partire all’avventura chiedendo ospitalità agli utenti, sempre molto disponibili, rintracciabili facilmente sfruttando la ricerca interna che vi segnalerà quali surfer potete contattare in base alla zona che volete visitare. Tutto ciò che vi serve è la voglia di partire e magari qualche giorno di anticipo nel contattare gli host, così da poter trovare un posto dove dormire in tempo.

Insomma, tutto alla portata di tutti, in quasi ogni città del mondo, senza stress e senza obblighi (a parte quello di essere educati).

La democrazia

abits_couchsurfing_democrazia

Il concetto su cui si basa questo servizio è profondamente democratico: allargare alla maggior parte delle persone la possibilità di viaggiare. E così, in un’epoca dove “niente è per niente” e dove vince il “do ut des“, il CouchSurfing ci fa riscoprire la bellezza del fare e del ricevere qualcosa gratuitamente.

Improvvisamente viaggiare non diventa più un lusso per pochi, un piacere da concedersi dopo aver risparmiato per mesi, ma una possibilità concreta basata sull’avere relativamente pochi soldi in tasca e una gran voglia di girare il mondo affidandosi a persone che mettono a disposizione la loro casa, il loro divano, sperando che tu faccia altrettanto con lui in futuro. Ma senza pretese.

A proposito, leggi anche:   While($x): dagli sviluppatori per gli sviluppatori

A modo suo il CouchSurfing permette di riscoprire valori sempre più difficili da trovare, permettendo alla nuova generazione di sviluppare una fiducia nel prossimo che spesso manca.

La ricchezza culturale

abits_couchsurfing_cultura

La semplicità e la democrazia del servizio sono di per sé ragioni già sufficienti a spiegare perché il CouchSurfing si sia diffuso a macchia d’olio negli ultimi due anni, alimentando la voglia di far parte di questo fenomeno e di utilizzarlo, anche perché, in tempo di crisi, viaggiare risparmiando è sicuramente un modo da tenere in stretta considerazione ogni volta che abbiamo voglia di partire.

Ma manca un tassello, un tassello importante.

Il CouchSurfing è anche e soprattutto una questione di ricchezza culturale, una ricchezza che comprende la possibilità di vivere la città come un residente e non come un turista, che permette di spostarsi e conoscere nuovi luoghi più spesso in virtù della semplicità e della gratuità del servizio e che infine consente di conoscere gente nuova. Quest’ultimo aspetto poi ha permesso e continua a permettere lo sviluppo di una società interconnessa, dove “il diverso” è quello che ti ospita e che impari a conoscere, dove puoi finalmente confrontarti con nuove culture, farti insegnare nuove lingue e passare del tempo davanti ad un caffè con uno sconosciuto che però ha così tanto da dare.

Il documentario

Questo articolo nasce da due cose: l’esperienza personale con CouchSurfing e un documentario realizzato da due studenti della FSU Film School.

Il video di Monika e Kyle forse non è uno dei più visti su YouTube, ma a modo suo racconta la bellezza di questo servizio, cercando di farci capire quanto potente sia stato l’impatto di questo fenomeno sulla nostra società, ma soprattutto quanto possa offrire un’esperienza del genere a ciascuno di noi.

Ancora non vi è abbastanza chiaro perché questo fenomeno ha così successo?

Il fenomeno del CouchSurfing ultima modifica: 2012-12-31T12:00:27+00:00 da Erika Gherardi

Scritto da Erika Gherardi