abits_etna_comics_2013

Anche quest’anno tutti i colori, i suoni, la magia del mondo nerd e pop si sono riversati a Catania, presso il polo fieristico delle Ciminiere, dal 7 al 9 giugno per dar vita all’Etna Comics 2013. Noi di Abits.it siamo andati a fare un giro e raccogliere per voi immagini ed impressioni.

La location, la stessa dell’anno scorso, appare forse ormai troppo piccola e nello stesso tempo assurdamente dispersiva per un evento che quest’anno ha sfiorato le 40000 presenze totali (con punte nei giorni di sabato e domenica) che facevano soffrire un po’ la carenza di una struttura adeguata, sebbene, probabilmente, l’unica concretamente disponibile (vista la vicinanza della stessa al centro della città e alle maggiori arterie infrastrutturali, attraverso le quali i giovani,e per fortuna non solo, hanno invaso il polo fieristico).

L’evento è stato ben organizzato, riuscendo nell’intento di distaccarsi da semplice aggregatore di passioni comuni e specializzandosi rispetto all’anno scorso; L’Etna Comics è stato definito dagli organizzatori una fiera del fumetto e della cultura pop, e proprio al fumetto era dedicato gran parte dello spazio con interessantissime mostre e retrospettive (bellissima quella dedicata a Sergio Toppi, che ad onor di cronaca risultava però deserta) e la presenza di tantissimi stand espositivi di case editrici e di distribuzione letteraria che riempivano (insieme all’area talent alla ricerca di nuovi artisti del fumetto) quasi interamente il primo piano.

Foto Etna Comics 5

Secondo e terzo piano invece dedicati invece al mondo nerd (anche il ludus vuole la sua parte) con tantissimi stand espositivi e commerciali ed un’area totalmente dedicata al mondo giapponese, nonchè sede delle conferenze probabilmente più interessanti, tutte relative al paese del sol levante, degli anime, dei manga, dei videogame e degli otaku più in generale, ma piena anche di tantissime attività tra cui  karaoke perenne (con annesso contest) vestizione del kimono, tornei di spada e lezioni di giapponese scritto e parlato.

Il lato ludico è stato dominato dall’ospite d’eccezione: NintendoOspite d’eccezione Nintendo che quest’anno ha voluto presenziare alla manifestazione creando un’apposita area espositiva in cui era possibile provare gli ultimi titoli su decine di 3DS e Wii U o scatenarsi al ritmo di Just Dance 4 (menzione d’onore ai ragazzi vestiti da banana che hanno allietato il pubblico con le loro sinuose danze); Dal canto nostro speriamo che Microsoft e Sony prendano esempio e spunto portando, l’anno prossimo, anche i loro prodotti arricchendo maggiormente, una già comunque ricca offerta ludica.

A proposito, leggi anche:   #DeveloperContest - Vince il lavoro di squadra

Molto spazio si è dato anche al gioco da tavolo, con l’associazione culturale Mercoludi’ che è riuscita ad organizzare il divertimento a misura di tutti, coinvolgendo intere famiglie che si godevano le ore di relax prendendo in prestito giochi da tavolo mentre si godevano musica e colori rilassati e divertiti ad un tavolo.

etna_comics_2013

Da segnalare le tantissime presenze ed iscrizioni anche ai tornei di videogame, al Maid cafè (in cui si veniva serviti da cameriere in cosplay) ed alla coinvolgente sezione “Altrimondi” che grondava fantasy da ogni costume.

Menzione d’onore al catanese Salvatore Coniglione che vince il contest “Cover Reloaded” per la rivisitazione della copertina n°1 di Dylan Dog, “L’alba dei morti viventi”, un riconoscimento importante assegnato da Bonelli Editore attraverso la giuria formata da Giovanni Gualdoni, Fabio Celoni, Valentina Romeo, Forum ZTN, Angelo Pavone e i Dylandogofili.

Una fiera sempre più in espansioneUna bella edizione di un evento che sta cercando di trovare sempre più una propria identità all’interno del mondo delle manifestazioni culturali dedicate al fumetto ed al mondo nerd in generale e che non mancherà di stupire nelle prossime edizioni, con la speranza che anche la qualità degli ospiti (sebbene quella di quest’anno fosse altissima) possa crescere ancora di più (anche se ad onor di cronaca gli organizzatori sembrano essere stati penalizzati da défaillance dell’ultimo minuto, tra cui quella di Ennio Morricone, dato per certo fino a pochi giorni prima della manifestazione e grande assente) e che il nome possa divenire un brand famoso e riconoscibile in tutta Italia arrivando al pari di manifestazioni quali il Lucca Comics, il Comicon o il Romics.

Un ultimo dono per chi desidera vedere le foto dell’evento, vi invitiamo a visualizzarle nella nostra pagina facebook.

Etna Comics 2013: l’apoteosi del fumetto e della cultura pop ultima modifica: 2013-06-14T00:30:09+00:00 da Mario Cerutti

Scritto da Mario Cerutti

Nato nel settore ZZ9 Plurale Z Alfa e da li mai trasferitosi, decide, preso dalla noia, di studiare comunicazione, e travolto dalla vita a fare poi tutt'altro. Ho molte passioni e poco tempo per goderne. Nel tempo libero vivo.