I giapponesi sono rinomati, si sa, per le cose strampalate. Questa volta mi sono imbattuta in un oggetto tanto bizzarro quanto utile (sempre che riusciate a costruirlo): un cestino robotico che vi permetterà di mantenere la vostra stanza in perfetto ordine seguendo, nel vero senso della parola, tutto quello che getterete.

Tutto parte da uno spot TV, quello delle caramelle Frisk. Nel video si vede uno scrittore che batte a macchina come un forsennato; purtroppo non è mai contento del suo lavoro e così continua a lanciare imperterrito fogli qua e là. La stanza? Un disastro. All’improvviso però il cestino si anima acchiappando al volo l’ultimo foglio di carta.

L’idea è sembrata così geniale a quello che sospetto essere un ingegnere giapponese da spingerlo a costruirne uno per sé. La tecnologia utilizzata è quella della periferica sviluppata da Microsoft: Kinect. Nato con strumento per accrescere l’esperienza di gioco dei numerosi utenti Xbox, Kinect si è poi diffuso grazie soprattutto alla sua versatilità. Con un po’ di fantasia e una certa capacità di sfruttare l‘SDK (scaricabile qui) è possibile trasformare il sensore in quello che più vi piace. In questo caso, ad esempio, Kinect è stato appeso al muro per poter rilevare i movimenti della pallina di carta.

A proposito, leggi anche:   Il castello nel cielo

Si, avete ragione la sto facendo un po’ troppo facile. Ho tralasciato la parte di programmazione, di modifica del cestino e il testing. Tutte cose che renderanno un po’ più complessa del previsto la costruzione del vostro “Smart trashbox”. Comunque, nel caso riusciste a costruirlo, ricordatevi che ne voglio uno in omaggio.

Che dire? Sono proprio matti questi giapponesi!

 

Creare un cestino robotico? Difficile ma possibile ultima modifica: 2012-11-04T12:00:45+00:00 da Fjona Cakalli

Scritto da Fjona Cakalli