Categoria: Musica

Spotify, Napster, Deezer, Soundcloud, Youtube e tutto ciò che di meglio possiamo trovare in essi.

spice girls

Spice Girls, il grande ritorno: Altro che i Beatles!

L'8 luglio 1996 il mondo si svegliava con Wannabe e nulla sarebbe stato più come prima. Tutto l'orbe terraqueo da lì a poco avrebbe cantato a squarciagola “Io sim a rili uon uatch u rili rili uon io tal mi uatch yu uon uanna rili rili uon”.

/ 15 marzo 2016

Kultura-Diktatura: il punk gitano dei Kultur Shock

Elio e Le Storie Tese sostengono, nella canzone Complesso del Primo Maggio, che la “La musica balcanica ci ha rotto i coglioni, è bella e tutto quanto ma alla lunga… rompe i coglioni”. Un po’ di ragione ce l’avranno di certo. Come ogni cosa che va di moda in determinati periodi e che, totalmente a caso, viene assorbita da menti più vuote di un frigorifero rotto che, ovviamente, non capiscono assolutamente nulla di quello che stanno ascoltando. Fortunatamente, però, non è roba mainstream. In certi casi, sorprendentemente, lo è ancora meno di quanto si possa pensare.

/ 29 giugno 2013
10 migliori cover

Le 10 migliori cover musicali…e la peggiore

Le cover, quei brani musicali che prendono un'altra forma rispetto all'originale, pur rispettandone le radici: negli ultimi anni si assiste ad un numero sempre in crescita di cover amatoriali su Youtube e servizi simili che raggiungono spesso vette professionali, ma se a rifare certe canzoni fossero altri artisti che magari amiamo già? Abbiamo selezionato per voi le dieci miglior cover e una, unica, sola, inimitabile peggior cover dell'universo.

/ 18 maggio 2013

Me First and The Gimme Gimmes – L’allegra follia di una punk cover

La storia della musica ci insegna che è stata fatta almeno una cover di quasi qualsivoglia brano musicale. A volte semplici covers, a volte plagi spudorati. Vogliamo però concentrarsi sulle prime, andando a rispolverare le punk-covers. Perché se fosse vero che è stata coverizzata qualsiasi cosa, la dimostrazione, in campo punk, ce la darebbero cinque folli ragazzi provenienti dall’estremo occidente nord-americano: il loro strambo nome è Me First and The Gimme Gimmes.

/ 20 aprile 2013

Blues For The Red Sun – Piovono macigni nel deserto

Lo Stoner Rock, primigenio e roboante sottogenere dell’infinito mondo del beato “schitarrare”, ha mosso i primi passi all’inizio degli oramai lontani anni ’90. I genitori di questo genere, i veri e propri padri fondatori di un nuovo modo di suonare raw, grezzo, possono essere considerati a tutti gli effetti i californiani di Palm Desert, i Kyuss. Il disco che recensiamo in quest’articolo è una vera e propria miliare, un manifesto, per l’intero genere: Blues For The Red Sun, il loro terzo cd in ordine cronologico, datato 1992, ma il primo in grandezza.

/ 7 marzo 2013

Spotify: la rivoluzione musicale

Il mestiere di Youtube al principio era rivolto alla funzione vlog, o comunque a dare voce ad ogni utente che sentisse il bisogno di comunicare qualcosa al mondo mettendoci faccia e voce; con l’assenza di veri e propri servizi di streaming gratuito di musica però si è ben pensato di arricchirlo con le note di cantanti superfamosi o meno, fino a trasformarlo in uno dei servizi più sfruttati per l’ascolto di brani, anche perché la ricerca è veloce e dà sempre risultati. A parte i vari Last.Fm, Pandora, Goear e via discorrendo, un progetto su tutti si sta facendo strada prepotentemente nel mercato della musica via streaming, ossia Spotify, arrivato ieri in Italia. Ma è davvero rivoluzione?

/ 12 febbraio 2013

Il futuro sono le patate

Da Giovedì 24 Gennaio, è online il nuovo video dei Destiny Potato: promettentissima band Djent/Core dalla Serbia, messa sotto contratto da Century Media ancor prima del rilascio di un solo album, nonostante il nome atipico. Si tratta di un playthrough strumentale del loro nuovo brano “Blue Sun”, che funge anche da demo per il terminale digitale per chitarra (e basso) Axe-Fx II di Fractal Audio, uno degli strumenti moderni dall’ impatto qualitativo più alto nel mondo musicale attuale. La succosa preview, facente seguito al rilascio del singolo Dark side of you, fa più che mai ben sperare per l’arrivo dell’ album, le cui registrazioni sono praticamente ultimate. L’hype non fa che crescere e, come dicono loro, “Potatoes gonna potate”.

/ 5 febbraio 2013

Umber – L’anello mancante di due decadi rock

Gli anni ’80 sono stati un decennio controverso. Illusioni, sogni di ricchezza, frantumatisi tutti quanti nel loro ultimo periodo, ma anche deleteri progetti i quali purtroppo non si sono disintegrati col termine degli ‘80s, che hanno massacrato intere generazioni. Musicalmente, però, questa decade ha regalato parecchie perle al mondo del rock e del metal, ma ha anche lasciato piccole chicche misconosciute ai più ma indubbiamente degne di nota. Una di queste piccole ma vibranti preziosità è un long-playing che sicuramente ha fatto da traino agli anni ’90 del grunge che stava per sopraggiungere. Il gruppo porta il nome di Bitch Magnet, il loro parto da noi qui analizzato è Umber (1989).

/ 26 gennaio 2013

Gift Bits: 5 album e 5 dvd da regalare a Natale

Dopo quasi una settimana ritornano i Gift Bits, ossia i nostri consigli per gli acquisti natalizi. Abbiamo cominciato con i videogames di Pako e continuiamo con album e dvd che potrebbero salvarvi in extremis nel caso non sappiate cosa regalare. La bella figura è garantita naturalmente.

/ 10 dicembre 2012

Spartan Style: Gangnam Style contagia anche Halo

Succedono strane cose su Abits ogni tanto, soprattutto quando c’è di mezzo la musica, per cui non ci siamo stupiti particolarmente quando, dopo essere incappati nel video che vi mostriamo oggi, abbiamo cominciato a cantare, mentre il nostro Pasquale ballava. Storie da Wunderkammer a parte, il filmato viene direttamente dal canale di Machinima ed è una parodia dell’ormai famoso Gangnam Style di PSY. In questo caso però il testo è stato completamente rivisto per adattarsi ad Halo 4 e alla vita di ogni buono Spartan. Il risultato è tra i migliori visti fino ad ora e la canzone è addirittura disponibile su iTunes (noi non abbiamo resistito all’idea di poterla downloadare). Unica avvertenza: se siete amanti del franchise, la dipendenza è praticamente assicurata.

/ 30 novembre 2012